GTranslate

Chi è online

Abbiamo 53 visitatori e nessun utente online

 


LIONS CLUB LICATA

Anno sociale 2018-2019  
Presidente: Angelo Pintacrona

 

18° MEMORIAL ROSA BALISTRERI
SEZIONE POESIE

SUGNU SICILIANU
Maurizio Catania

 

SUGNU SICILIANU...E MI NI VANTU!

 

Ppi ‘n mari tuttu ntunnu ch'è n'incantu

ca d'azzulatu argentu spicchiulìa

a la scurata...quannu cala 'n mantu

e a luna pigghia lenta la sò via.

Ppi ‘n suli, ca a livata sicca u chiantu

da notti ca sta terra risinìa

ccu nu cuntornu d'acidduzzi 'n cantu

mentr'iddu nchiana... e u scuru spacculìa.

E ‘npopulu 'i fidili appressu u Santu

purtatu supra i spaddi ccu valìa

ntra na sunata i banna e nsacru cantu

ppi tutti l'artarini di la via.

E mungibeddu ca ni duna scantu

e tuttu 'ntornu 'i rina 'nprastizzìa...

Cu nda lu cori porta 'n surdu chiantu

e ppi la luntananza lacrimìa.

Lu dicu cu l'orgogliu e non mi scantu..

di sta passioni l'alma nsangunìa

sì!..sugnu Sicilianu e mi ni vantu

e dintra u cori portu a terra mia!

                                                                                          


SONO SICILIANO E ME NE VANTO


Per un mare che ci attornia, che è un incanto

che riluce di un azzurro argentato

quando finisce il giorno e si ammanta di scuro

mentre la luna comincia a salire in cielo.

Per un sole che quando si leva, asciuga il pianto

della notte che bagna di rugiada la natura

contornato dagli uccellini che cominciano a cantare,

mentre lui comincia a lacerare le tenebre.

E un popolo di fedeli dietro un Santo

portato sulle spalle con grande entusiasmo

tra un suono di banda ed un sacro canto

per tutti gli altarini delle strade.

E Mongibello che fa paura

e che tutto intorno sporca con la sabbia...

E chi porta nel cuore un sordo pianto

e lacrima per la lontananza.

Lo dico con orgoglio e non ho timore

la mia anima sanguina di questa passione

Sì,...sono Siciliano e me ne vanto

e porto dentro il cuore la mia terra!