GTranslate

Chi è online

Abbiamo 62 visitatori e nessun utente online

 

LIONS CLUB LICATA

ANNO SOCIALE 2003- 2004
Presidente Ing. GIUSEPPE GABRIELE



CONFERENZA SULL'ALLATTAMENTO MATERNO E SULLA BANCA DEL LATTE

Si è svolto il 23 marzo 2004, presso la sede della B.P.S.A. di Licata, Palazzo Frangipane, un interessante conferenza sull'allattamento materno e sulla Banca del latte.
La conferenza è stata organizzata dal Lions Club di Licata e dalla Fidapa di Licata.
Dopo i rituali saluti da parte della Presidente Fidapa Prof. Rosaria Greco Di Bartolo e del Presidente Lions Ing. Giuseppe Gabriele hanno relazionato i due relatori: Dott. Salvatore Bennici primario di Ostetricia e Ginecologia dell'Unita Ospedaliera di Agrigento e Presidente della 6 Circoscrizione Lions Sicilia e il Dott. Adriano Azzali Primario della Terapia Preventiva Neonatale dell'Unità Ospedaliera di Agrigento.
Il dottor Salvatore Bennici ha esordito affermando come in Sicilia solo il 30% delle donne allatta al seno mentre in Emilia Romagna ben l'80% di donne nutre i neonati con il latte materno che è il miglior alimento nell'età evolutiva; del resto i corsi di formazione alla nascita proprio in Sicilia sono poco frequentati e particolarmente dal ceto meno abbiente.
Ha insistito sulla Cultura dell'allattamento da intraprendere in tutti i reparti di ostetricia e di pediatria e questo perchè ben il 97% delle donne al secondo mese in Sicilia passa al latte artificiale.
I vantaggi del latte sono prima di tutto biologici infatti nessun latte artificiale è uguale a quello di donna e poi vi sono vantaggi antiinfettivi, antiallergici cioè a dire meno bambini con coliche intestinali e malattie gastroenteriche e meno allergie; l'allattamento al seno fa crescere bambini meno obesi nell'adolescenza. Non bisogna dimenticare poi i vantaggi psicologici e affettivi che vengono fuori dal contatto pelle a pelle della madre con il bambinoe non ultimo il vantaggio economico che il latte materno è a costo zero.
Vi sono po dei vantaggi materni notevoli quali la ridotta emorraggia postpartum e la prevenzione oncologica.
Il dr. Bennici ha sostenuto che importantissime sono le prime 48 ore di vita del neonato nel proporre l'allattamento materno e per far ciò bisogna avvicinare il bambino al seno entro le prime due ore, evitare la separazione in stanze diverse, nursery per il bambino e sala di degenza per la madre, evitare le aggiunte di latte artificiale, dare il colostro che è il primo latte perchè è prezioso ed infine lasciare libero il neonato di nutrirsi a richiesta senza essere fiscali per le tre ore di attesa fra una poppata e un'altra.
Il secondo relatore ha intrattenuto il pubblico presente sull'alimentazione della nutrice che deve avere 500 calorie in più della razione normale di una donna, evitare farmaci quali sulfamidici, cloramfenicolo, indometacina. droghe, antitumorali e in ultimo anche le sigarette. La controindicazione all'allattamento materno è riservata alle donne affette da epatite B, AIDS, donne che fumano 30 sigarette al giorno, alcoolismo, gravi miopie, schizofrenia, tbc, ascesso e tumore della mammella. Il dott. Azzali ha poi presentato la sua esperienza in un nosocomio del Nord, e l'importanza di avere una banca del latte. Questa dovrebbe servire a dare latte materno prelevato da altre madri per gli immaturi e i bambini con difficoltà digestive. Tuitte le mamme potrebbero riservare una piccola quantità di latte, dopo aver allattato il proprio neonato, per la banca del latte. L'Unità di neonatologia di Agrigento sarebbe la prima sezione di Pediatria ad avere una banca del latte al disotto di Napoli.
Potrebbe essere utile anche la raccolta di fondi per poter dotare quest'unità di Pediatria, che poi servirebbe tutto il bacino dell'Agrigentino da Sciacca a Canicattì fino a Licata.

 

 Prof.ssa Rosaria Greco Di Bartolo  

   Ing. Giuseppe Gabriele

 

Dr. Salvatore Bennici 

    Dr Adriano Azzali