GTranslate

Chi è online

Abbiamo 33 visitatori e nessun utente online

 


LIONS CLUB LICATA

Anno sociale 2017-2018  
Presidente: Agostino Balsamo

17 ° MEMORIAL ROSA BALISTRERI
SEZIONE POESIE

 

CHIANTU DI DULURI
FLORIO

 

 Note alla poesia
Francesco 30 anni, insegnava all'Istituto professionale di stato (IPSIASS) A. Meucci di Acireale (CT). 
Il 27 maggio 2005, mentre ritornava a Licata è stato coinvolto in uno ambiguo incidente stradale ed è deceduto all'ospedale di Enna.


CHIANTU TU DI DULURI

 

Chiantu che veni du funnu di lu cori,

caudu e sulennu comu nu vulcanu,

cu l’incuttu che para di muriri.

Chiangi lu suli, chiangi la luna,

chiangianu li stiddi che vittinu muriri.

Chiangiti... chiangiti... chiangiti....

occhi miei che aviti ragiuni,

mentri lu me cori forti santia

ppi stu duluri che strazza lu pettu.

Aviva 30 anni, sinniu chi so pedi a travagliar!

cuntenti e chinu di spiranza.

Ppà strata si incuntrau cu lu distinu,

ci cummattiu ma, nun appi scianza

lu so ritornu fu cu l'ambulanza.

Chistu pinseri è forti e m'attanaglia,

u mannu ma ritorna sempre ‘ccà:

Vattinni pinseri, vattinni, vattinni

lassa muriri stu pòviru cori,

lassa che l'occhi mie fannu funtana.

Chiangiti... chiangiti... chiangiti...

occhi mie che aviti ragiuni,

mentri lu me sciati! aspetta di muriri.

PIANTO DI DOLORE

 

Pianto che sorge dal fondo del cuore, 
caldo e solenne come l'eruzione di un vulcano

con singhiozzi che sembra di morire. 
Piange il sole, piange la luna, 
piangono le stelle che videro morire. 

Piangete.... piangete.... piangete 
occhi miei che avete ragione 
mentre il mio cuore non smetta di bestemmiare

perché forte è questo dolore che lacera il petto. 

Aveva 30 anni, se ne andò a lavorare, 
contento e pieno di speranza.

Lungo il percorso ha incontrato il suo destino,

cercò di combatterlo, di resistere ma, è stato soverchiato,

ritornò a casa in ambulanza, senza vita. 
Questo pensiero è forte e mi attanaglia, 
cerco di allontanarlo ma, è sempre presente. 

Vai via pensiero, vai via, vai via 
lascia che muoia in pace questo povero cuore,

lascia che gli occhi miei continuano a piangere.

Piangete... piangete… piangete

occhi miei che avete ragione, 
mentre il mio fiato aspetta di finire.