GTranslate

Chi è online

Abbiamo 803 visitatori e nessun utente online

 

ANNO SOCIALE 2011- 2012
Presidente Dr.ssa Roberta Berti Grillo

SICILIA
Giorgio Guarnaccia

 

 

SICILIA

Povira terra mia. Povira terra!

li voschi, li campagni, li tò vallati

parianu lu munnu di li fati:

Pitittu facisti a tanta genti ... e tanti vinniru

tagghiannu voschi, facennu gran saccheggiu.

Ma la tò nimica cchiù infami e fera

la teni ni lu senu, avviticchiata a ttia.

Havi nu nomu curtu e malirittu: MAFIA!

Lu Munghibeddu, terribili e maistusu
tona cu la sò vuci cavernusa,

pari ca rici a li siciliani tutti:

"Addifinniti 'stà terra marturiata,

ca puru profuma ancora di zagari e di rosi,

addistruggiti 'sti catini infami

e 'a Sicilia arritorna a diviniri bedda

nò Mediteraneu splinnenti stidda.

 

                                                              

SICILIA

Povera terra mia, povera terra!
i boschi, le campagne, le tue vallate

sembravano il regno delle fate.

Facesti gola a tanti ... e molti vennero

tagliando boschi, facendo gran saccheggio!

Ma la tua più acerrima nemica

la tieni in seno, stretta a te avvinghiata.

ha un nome corto e maledetto... MAFIA! 

Il Mongibello terribile e maestoso

tuona con la sua voce cavernosa;

sembra voler dire ai siciliani:

Difendete questa terra martoriata,

che ognor profuma di zagara e di rose;

scrollate questo giogo turpe e infame

e la Sicilia sarà di nuova bella,

in mar Mediterraneo fulgida stella.