16° MEMORIAL ROSA BALISTRERI

anno sociale 2016-2017 - Presidente: Dr Agostino Balsamo

Sezione Poesie

PERO’ OGNI TANTU L'OCCHI MI LAGRIMIANU

Andrea Mancuso

 

 

PERO’ OGNI TANTU
L'OCCHI MI LAGRIMIANU

Li me cavusi su curti curti,
un si toccanu chiù' culli scarpi;
avi na para ranni ca si sciarriaru,
si viri ca' un bannu chiù' r'accordu.
I quasietti sunnu tutti spunnati,
un si capisci chiù' ri chi culuri sunnu,
si virunu i carcagni
e li irita ri pieri fannu affacciareddu,
poi un parramu ri i scarpi,
s'accussi' si ponnu ancora chiamari,
su senza lazzi e a suletta
chissà chi fini fici.
Ora ci l'haiu all'ultima moda,
erè fatta ri cartuni;
quannu caminu fannu scrusciu
e mi fannu cumpagnia
e la genti si vota e mi li talia,
voi viriri cà su miriusi?

Però ogni tantu l'occhi mi lagrimianu.

Inveci a cammisa avi siempri u collettu tisu,
forsi sara' grascia.
Una vota, quannu m'arrialaru, era bianca,
ora e grigia fumè, ma no fumé' ri Londra,
ma fumeri ri Palermu.
Li mutanni avi ca' unniportu,
ca' magari mu scurdavu,
forsi l'ultima vota ca' mi misi
fu pa prima comunioni,
eranu belli bianchi e profumati,
ogni tantu ci pensu e mi toccu,
chissà chi fini ficiru,
forsi ricordu mali chissà!

Però ogni tantu l'occhi mi lagrimianu

Varba e capiddi addivintaru tutta na cosa,
pi cumminazioni sulu a vucca si viri,
pero' pi fortuna, i renti l'haiu ancora boni,
anchi si un sunnu chiù' bianchi.

U me vairbieri chissà chi fini fici,
minchia… voi viriri ca' muriu', spiramu ri no,
mi rispiacissi, cristianu bonu era,
un mi faceva mai paari,
u cafe' sempri m'offriva e i sicaretti m'accattava.

Però ogni tantu l'occhi mi lagrimianu.

Chissà forsi San Pietru n 'aveva bisognu
chiossai ri mia, puru iddu avi a varba
e i capiddi logni e cu tuttu u chiffari ca avi,
u vairbieri personali si fici,
e a cummirita' a mia mi livò , piccatu!
E’ puru veru ca' quannu a genti mi viri s'arrassa
e addirittura cangia strata, comu si iu avissi
na malatia rara, però iu u sacciu u picchì
e onestamenti un ci pozzu rari tortu.

Però ogni tantu l'occhi mi lagrimianu.

Però una cosa va' pozzu riri…
l'anima ci l'hai pulita, pulita,
unnaiu fattu mai mali a nuddu ,
mancu li muschi hai mai ammazzatu,
‘nfatti su sempri ca', mi giranu tornu tornu
e mi fannu cumpagnia.
Lu me cori inveci è granni granni,
du nenti cà haiu mi basta e ogni tantu
mi lu spartu cu l'avutri disgraziati commu a mia
e chisti su li cosi ca' cuntanu nilla vita,

Però ogni tantu l'occhi mi lagrimianu.

E a iddu, a Diu,
un c'interessa si unu avi i robbi luordi
o spunnati e tantumenu ‘ngrasciati....
pi fortuna Diu c'è.

Però ogni tantu l'occhi mi lagrimianu.

                                                                                                     

PERO' OGNI TANTO
GLI OCCHI MI LACRIMANO

I miei pantaloni sono corti, corti,
non si toccano più' con le scarpe;
è da un paio di anni che sono litigati,
si vede che non vanno più' d'accordo.
I calzini sono tutti bucati,
e non si capisce più' di che colore sono,
si vedono i talloni
e le dita dei piedi che si affacciano,
poi non parliamo delle scarpe,
se così si possono ancora chiamare,
sono senza lacci e la soletta
chissà che fine fece.
Ora c'è' l'ho all'ultima moda,
ed è fatta di cartone;
quando cammino mi fanno rumore
e mi fanno compagnia
e la gente si volta e mi guarda,
vuoi vedere che sono invidiosi ?

Però ogni tanto gli occhi mi lacrimano

Invece la camicia ha sempre il colletto teso,
sarà forse per la sporcizia.
Una volta, quando me la regalarono era bianca,
ora è grigia fumè, ma no fumo di Londra,
ma sporcizia di Palermo.
Le mutande è da molto che non le porto,
magari me lo sono scordato,
forse l'ultima volta che le misi
fu per la prima comunione,
erano belle, bianche e profumate!
ogni tanto ci penso e mi tocco,
chissà che fine fecero,
forse ricordo male chissà!

Però ogni tanto gli occhi mi lacrimano

Barba e capelli sono diventati una cosa sola,
per combinazione solo la bocca si vede,
però per fortuna i denti li ho ancora buoni,
anche se non sono più' bianchi.

Il mio barbiere chissà che fine fece! minchia...........
vuoi vedere che mori? speriamo di
no, mi dispiacerebbe, era un cristiano buono,
non mi faceva pagare,
mi offriva sempre il caffè' e le sigarette mi comprava.

Pero' ogni tanto gli occhi mi lacrimano

Chissà' forse San Pietro ne ha avuto più' bisogno
di me, anche lui ha la barba
e i capelli lunghi e con tutto il da fare che ha,
un barbiere personale si fece
e a me levò la comodità', peccato!
E’ anche vero che quando la gente mi vede si allontana
e addirittura cambia strada come se avessi
una malattia rara, però io so il perchè
e onestamente non gli posso dare torto.

Però ogni tanto gli occhio mi lacrimano

Pero' una cosa ve la posso dire...
l'anima c'è l'ho pulita pulita,
non ho fatto mai male a nessuno
neanche le mosche ho mai ammazzato,
infatti sono sempre qua, mi girano intorno e mi fanno compagnia.
Il mio cuore invece è grande grande,
quel poco che ho mi basta e ogni tanto
lo divido con gli altri disgraziati come me,
queste sono le cose che contano nella vita.

Però ogni tanto gli occhi mi lacrimano

E a lui, a Dio,
non gli interessa se uno ha i vestiti sporchi
o stracciati e tantomeno lordati
per fortuna Dio c'è.

Però ogni tanto gli occhi mi lacrimano.

                                                                             

 

 

 

GTranslate

Chi è online

Abbiamo 405 visitatori e nessun utente online