16° MEMORIAL ROSA BALISTRERI

anno sociale 2016-2017 - Presidente: Dr Agostino Balsamo

Sezione Poesie

LA NIGGHIA A L'ACCHIANARI
Giuseppe Sammartano

 

LA NIGGHIA A L’ACCHIANARI

La nìgghia a lu matinu da lu mari,
cu’ sònnira ammucciati na gran schera,
acchiana salamastra, e la scugghera;
già rumpi l’unna e la fa sunari.

Fra i nùvuli li mmisca vapurusi,
e doppu umidusi i chiuviddia
spannènnuli fra i tetti e li dammusi;
fra li curtigghi e ‘gnuni d’ogni via.

In luntananza li friddusi stiddi,
comu n’anticu, riplicanti ritu,
li cùntunu ancora fra di iddi;
jinchennu li nuttati a l’infinitu.

Lu ventu li sparpàgghia a lu ciusciari
‘ntunannu na farfanti miludia,
e lu Pueta nta lu so viaggiari…
l’attracca cu’ la pura fantasia.

E curri ‘nta un munnu duci e letu
mmucciatu da la stissa rialtà,
ma lu Distinu metti lu so vetu;
li strabudisci ntra l’infinità.

Li strogghi senza nuddu sintimentu:
canciannu, curriggènnucci lu versu,
scumpàrunu senza nuddu lamentu…
ntra rùfuli ca conza l’universu.

Però nto labirintu di la menti…
si ponnu siddu vòi rintracciari,
rivìdiri li poi…e ddà risenti…
ddu ciàvuru e ddu sonu di lu mari!

                                                                                                                                                       

LA NEBBIA NEL SALIRE

La nebbia al mattino che dal mare,
con sogni nascosti una gran schiera,
salmastra sale, e la scogliera;
già rompe l’onda e la fa suonare.

Fra nuvole li mischia vaporosi,
che dopo in sottile pioggerella,
li sparge fra i tetti delle case;
e nei cortili ed angol d’ogni via.

In lontananza le più fredde stelle,
come un antico e continuo rito,
raccontano ancor come novelle
riempiendo le nottate all’infinito.

Il vento li sparpaglia al suo soffiare,
suonando una birbante melodia,
che il Poeta con il suo viaggiare…
vi approda con la pura fantasia.

E corre in un mondo dolce e lieto,
nascosto dalla stessa realtà,
ma il Destino mette il suo veto;
e li disperde nell’infinità.

Li scioglie senza alcuno sentimento:
cambiando, correggendone il verso,
scompaiono così senza un lamento…
fra i vortici che para l’universo.

Però nel labirinto della mente…
si possono se vuoi rintracciare,
e riveder li puoi…e lì risenti…
quel buono odor e il suono di quel mare!

                                                                                                                                                       

 

 

 

GTranslate

Chi è online

Abbiamo 82 visitatori e nessun utente online