16° MEMORIAL ROSA BALISTRERI

anno sociale 2016-2017 - Presidente: Dr Agostino Balsamo

Sezione Poesie

A TTI
Giuseppe Bellanca

 

 

A TTI

Frisca u mirlu
‘nna so aggia d'orata
ricurdannu a so India amata.
Amata forsi
fusti ‘mdemma tu
ca da to biddizza
nun ti ricurdi cchiù.
Ti l’arricurdi
ddu timpu ca fu?
T'aggiri ‘nna to cammara
ccu na facci assutata
caminannu ccu nu passu
sempri cchiù lintu.
Ora t'assitti
'ncapu na seggia,
stanca,
taliannu fìssa
na casciapanca.
Talii u barcuni,
circhi di grapirlu,
ma di la to vucca
nesci sulu na vucìata.
Pinnuli pigghi,
pinnuli ti dunanu
ma nun si sapi
l’effettu ca ti fanu.
U to cori trantulia,
a to menti varculia
ma quarcunu cerca
a to armuzza ppi acchiapparla.
Fiura janca,
fiura niura:
fìnalmenti veni a sira.
Duppu t'addurnmisci
facinnu sunnira strani
fina a cchi
nunn'arriva dumani.

                            

     

A TE

Fischia il merlo
nella sua gabbia dorata
in ricordo della sua India amata.
Amata forse
sei stata anche tu
che della tua beltà
non ricordi più.
Ricordi anche tu
quel tempo che fu?
Ti aggiri nella stanza
con lo sguardo spento
con il tuo incedere
sempre più lento.
Ora ti siedi
su una seggiola,
stanca,
fissando gli occhi
su una cassapanca.
Fissi il balcone,
cerchi di aprirlo,
ma dalla tua bocca
esce solo uno strillo.
Pillole prendi
pillole ti danno
ma non si sa
l'effetto che fanno.
Il tuo cuore trema
la tua mente vacilla
ma qualcuno cerca
la tua anima per aggredirla.
Figura bianca
figura nera:
finalmente viene la sera.
Poi ti addormenti
facendo sogni strani
fino a che
non arriva domani.

         

 

 

 

GTranslate

Chi è online

Abbiamo 280 visitatori e nessun utente online