LIONS CLUB LICATA

ANNO SOCIALE 2009- 2010
Presidente Prof.ssa FRANCA CARRUBBA

MEMORIAL ROSA BALISTRERI 9° EDIZIONE
sezione Poesie

LA ME VANEDDA
Rita Elia

 

 

 

LA ME VANEDDA

Un chianu, 'na scinnuta, 'na passiata...
la vita mi pareva tutta dintra dda vanedda
unni crisciu di nica, unni fui picciridda.
'Na grasta di basilicò,
'na funtana d'acqua a cantunera,
'na cappella cu la Beddamatri,
la scalunata ca acchina a Matrici. 
Da me vanedda si scinni pu tiatru
di unni si viri la Serpentina,
la cupola d'Annunziata,
e in luntananza lu portu e la Marina.
La jaggia cu li jaddini avanzi la porta,
donna Carmela ca stinneva ficu,
lu jardinaru ca s'arricampava a la scurata
cu lu carrettu carricato d'un tesoro:
panara di persichi e varcoca
racina, ficu e pumadoru,
C'era la vastasa cu lu pircialaru,
lu machinista e lu cipuddaru
e donna Lilla cu la sò putia
e la ziccusa ca vinneva vinu.
Lu chianu dû tiatru era lu jardinu
unni nta 'stati jucamuru felici:
cursi pi strata a cu arriva prima
satari a corda, furriari cu ula op...
Li piciutteddi da matina a sira
tinemmuru 'na strata in allegria:
cu quattru pezzi ntrizzamuru pupiddi,
nta l'ochhi nostri splinnevanu li stiddi!
E nta li siritini di l'estati
tutti davanti a porta assittati
a sentiri li cunta di li nanni
ca parravanu di principi e di fati,
d'un puvureddu c'attruvava un tesoro
e di principessi cu li capiddi d'oru.
Era lu me munnu, lu me universu
dda vanidduzza sutta la Matrici: 
'na sula manu ca mi cunnuceva
era chidda forti di me matri,
manu sicura ca mi proteggeva.
Ora ci passu e mi strinci lu cori;
casi aggiustati, tutti misi a nnovu,
tutti ngnuniati, nuddu peri peri,
'un c' è cchiù vita nta ddi cantuneri!
Mi viru arreri nica nta ddi strati,
senza pinzeri e senza nudda dica
e vulissi arrè turnari picciridda
manu e manuzza nzemmula a me matri
cu la so manu forti pi cumpagna;
cu cori leggiu di dd'età felici
ca nn' accumpagna quannu semu nichi.


                                                                                                                                                                         

IL MIO VICOLO

 

Un terreno piano, una discesa, una passeggiata... la vita mi pareva tutta in quel vicolo, 
dove crebbi da piccola, dove fui bambina. 
Un vaso di basilico, 
una fontana d'acqua all'angolo della strada, 
una cappella con la Madonna, 
la scalinata che sale alla Chiesa Madre. 
Dal mio vicolo si scende per il teatro 
da dove si osserva la Serpentina, 
la cupola dell' Annunziata, 
e in lontananza il porto e la Marina. 
La gabbia con le galline davanti la porta 
donna Carmela che stendeva i fichi a seccare al sole, il giardiniere che rientrava all'imbrunire 
col carretto carico di un tesoro: 
panieri di pesche ed albicocche 
uva, fichi e pomodori. 
C'era la moglie del facchino e lo spaccapietre, 
il meccanico e il venditore di cipolle 
e donna Lilla con la sua bottega 
e l'avara che vendeva vino. 
La spianata davanti al teatro era il giardino 
dove in estate giocavamo felici, 
corse per strada a chi arriva prima, 
saltare con le corde, girare con l'ula op...
I ragazzini da mattina a sera 
tenevamo una strada in allegria; 
con quattro stracci facevamo pupattole, 
nei nostri occhi splendevano le stelle! 
E nelle sere d'estate 
tutti seduti davanti alla porta 
ad ascoltare i racconti dei nonni 
che parlavano di principi e di fate, 
di un poverino che trovava un tesoro 
e di principesse con i capelli d'oro. 
Era il mio mondo, il mio universo 
quel vicolo sotto la Chiesa Madre; 
una sola mano mi guidava 
era quella forte di mia madre, 
mano sicura che mi proteggeva.
Adesso ci passo e il cuore mi si stringe; 
case rifatte, tutte messe a nuovo, 
tutti rintanati, nessuno in giro, 
non c'è più vita in quegli angoli di strada! 
Mi rivedo piccola in quelle strade; 
senza pensieri e senza alcun affanno 
e vorrei ritornare bambina 
presa per la mano da mia madre 
con la sua mano forte per compagna; 
con il cuore leggero di quell'età felice
che ci accompagna quando siamo bambini. 

                                                                                                                                                                          

 

GTranslate

Chi è online

Abbiamo 152 visitatori e nessun utente online