Stampa
Categoria: 18 Memorial Rosa Balistreri
Visite: 72

 


LIONS CLUB LICATA

Anno sociale 2018-2019  
Presidente: Angelo Pintacrona

 

18° MEMORIAL ROSA BALISTRERI
SEZIONE POESIE

SAN GIUSIPPUZZU
Gina Giaccone

 

SAN GIUSIPPUZZU


San Giusippuzzu cu Maria
caminaru pi la via
suppurtaru tanti affanni
e Gisuzzu si fici granni.
San Giusippuzzu ‘u falignami,
omu giustu e assai divotu,
patri fusti silinziusu
e maritu primurusu.
A Gisuzzu l’annacasti,
la bedd’arti ci ‘nsignasti
‘nna lu tempiu lu truvasti,
cu pacenzia l’ascutasti.
Gisuzzu pi li strati pridicava,
la Santa Matri pi iddu prigava
San Giusippuzzu cu la sgurbia ‘ntagliava
e a lu figliu tantu amatu pinzava.
San Giuseppi prutitturi,
d’artigiani e falignami
omu di fidi ed umiltà,
la so spusa mai abbannunà.
San Giuseppi vui siti patri,
di lu nostru paisi si cumpatruni
grazie e saluti t’addumannamu,
e natri sempri ti lodamu.
‘Nta la chiesa è tuttu prontu,
la nuvena a tia la dedicamu
lu pridicaturi a tutti cunsiglià,
opiri boni, amuri e carità.
Si priparanu in to onuri artara e tavulati,
ornati di addavuru e sciuriddi tantu profumati,
a lu furnu li fimmini scartuccianu ‘u panuzzu,
lu pisci, lu vastuni e lu curuzzu.
‘Nna lu paisi la festa si senti,
la banna sona allegramenti
è ormai ura di pricissioni,
lu populu t’implora cu granni divuzioni.
Cu tanta cuntintizza t’imploramu e
a gran vuci tutti cantamu,
Patriarca San Giuseppi ti ringraziamu
e li nostri famigli a Tia li cunsacramu.


SAN GIUSEPPE


San Giuseppe con Maria,
camminano per la via
sopportano tanti affanni
e Gesù è diventato grande.
San Giuseppe il falegname,
uomo giusto e assai devoto,
è stato padre silenzioso
e marito premuroso.
A Gesù lo hai cullato,
il mestiere gli hai insegnato
nel tempio lo hai trovato,
con pazienza l’hai ascoltato.
Gesù per le strade predicava,
la santa Madre per lui pregava,
San Giuseppe con la sgorbia intagliava
e al figlio tanto amato pensava.
San Giuseppe protettore,
di artigiani e falegnami
uomo di fede ed umiltà,
la sua sposa non abbandonò.
San Giuseppe voi siete padre,
del nostro paese sei compatrone
grazie e salute ti chiediamo,
noi sempre ti lodiamo.
In chiesa è tutto pronto,
la novena è a te dedicata,
il predicatore a tutti ha consigliato
opere buone, amore e carità.
Si preparano in tuo onore altari e tavolate,
ornati di alloro e fiori tanto profumati,
al forno le donne lavorano il pane,
il pesce, il bastone e il cuore.
In paese la festa si sente,
la banda suona allegramente,
è ormai l’ora della processione,
il popolo t’implora con tanta devozione.
Con tanta contentezza t’imploriamo
e a grande voce cantiamo,
Patriarca San Giuseppe ti ringraziamo
e i nostri figli a te li consacriamo.