GTranslate

Chi è online

Abbiamo 39 visitatori e nessun utente online

 


LIONS CLUB LICATA

Anno sociale 2014-2015  
Presidente: Marina Barbera

14 ° MEMORIAL ROSA BALISTRERI
sezione POESIA

 

SBARCANU NIURI

Giovanni Palumbo

 

SBARCANU NIURI

A varca, china di niuri morti
lenta surca l'acqua di lu mari.
Facci cotti, scanzi, senza sorti,
‘mpassulunuti, morti fami, amari.

Ogni jornu sbarcanu a Lampidusa:
cinn’è assài c'arrivanu vivi e sani,
nudi,innocui, muti dicinu: scusa
na terra nostra manca libertà e pani.

Ci sù picciliddri e fimmini c'a panza,
neonati ca nasceru ‘mmezzu u mari,
nun vennu di luntanu ma cè a distanza,
affruntanu a morti e timpesta d'u mari.

Cinn’è assà c'arrivanu indra i sacchi
e tanti ca si li mangianu li pisci.
L'Italia curri, l'Europa ioca a scacchi,
nuddru si smovi... pi sti poviri cristi.
A varca china di niuri morti
lenta surca l'acqua di lu mari
facci cotti .... senza sorti,
passulunuti, morti i fami, amari

                                                                                                             

SBARCANO NEGRI

La barca, piena di negri morti
lenta solca l'acqua del mare.
Facce cotte, scalzi, senza sorte,
appassiti, morti fame, amari.

Ogni giorno sbarcano a Lampedusa:
c'è n’è assai che arrivano vivi e sani,
nudi, innocui, muti dicono: scusa,
in terra nostra manca libertà e pane.

Ci sano bambini e donne incinte,
neonati nati sulla barca in mare,
non vengono da lontano ma c'è la distanza,
affrontano la morte e la tempesta del mare.

C'è n’è assai che arrivano dentro i sacchi,
e tanti che se li mangiano i pesci.
L'Italia corre, l'Europa gioia a scacchi,
nessuno si smuove... per questa poveri cristi
La barca pieni di uomini neri morti,
lenta solca l'acqua del mare,
facce cotte dal sole, ... senza sorte
stralunati, morte di fame, amari.