GTranslate

Chi è online

Abbiamo 241 visitatori e nessun utente online

 

LIONS CLUB LICATA

ANNO SOCIALE 2010- 2011
Presidente Dr. Antonio Massimo Grillo

MEMORIAL ROSA BALISTRERI 10° EDIZIONE
sezione Canzoni

GlRA CA VOTA
Antonio Bonura

 

 

GlRA CA VOTA

Stanotti mi sunnai ca un picciriddu

beddu vulava supra u strettu di Messina
cu li scarpuzzi rutti e l’occhi a pampinedda
aviva na valigia di cartuni;

mentre vulava e cantava ci dissi: cusì?
Sugnu l’amuri pirdutu ca voli turnari

e ora che haiu misu li ali e ncielu pozzu vulari

rividu a me terra bedda
ogni pirtusu e vanedda
Gira ca vota, vota ca gira, vola e poi
sinni va sutta lu sulu e supra lu mari
li cori fa addumari

Quanti limuna e gersumina criscinu ancora

ma nun ci su mula, sulu rimura, stratuna di città  
Tutta na vota, chi stranu, a tradimentu
spararu, puru l’amuri ammazzaru.

Stanotti mi sunnai ca un picciriddu beddu
cadiva supra a terra di Sicilia  

cu li spadduzzi stritti
e l’occhi a pampinedda
aviva n’ala rutta e nun vulava

genti d’anuri sta guerra finitila ca;
taliati l’Angelu ‘nterra ca nun po velari,

aviva misu li ali pi ripurtari l’amuri

forsi è sbagliata sta terra,
forsi era megghiu un ternari.

Gira ca vota, vota ca gira,
vola e poi sinni va sutta lu sulu
e supra lu mari li cori fa addumari

Quanti limuna e gersumina criscinu
ancora ma nun ci su mula,
sulu rimura, stratuna di città.

                                                                                                                                                

GIRA SI VOLTA

Stanotte ho sognato che un ragazzino 
bello volava sopra lo stretto di Messina, 
con le scarpette rotte e gli occhi un po' socchiusi

aveva una valigia di cartone;

mentre volava e cantava gli ho chiesto: chi sei? 
Sono l'amore perduto che vuole tornare 
e ora che ho messo le ali e in cielo posso volare rivedo la mia terra bella 
ogni suo buco e piccola strada 
Gira si volta, volta si gira, vola e poi se ne 
va sotto il sole e sopra il mar
e i cuori fa allietare. 
Quanti limoni e gelsomini crescono 
ancora ma non ci sono più muli, solo rumori 
e strade di città 
All’improvviso, che strano, a tradimento 
hanno sparato, anche l'amore hanno ucciso

Stanotte ho sognato che un ragazzino bello

cadeva sopra la terra di Sicilia 
con le spallucce strette 
e gli occhi un po' socchiusi
 aveva un’ala rotta e non volava 
gente d’onore questa guerra chiudetela qua;

guardate l'Angelo a terra che non può più volare,

aveva messo le ali per riportare l'amore

forse è sbagliata questa terra, 
forse era meglio non tornare.

Gira si volta, volta si gira 
vola e poi se ne va sotto il sole 
e sopra il mare i cuori fa allietare. 
Quanti limoni e gelsomini crescono 
ancora ma non ci sono più muli, 
solo rumori e strade di città.