GTranslate

Chi è online

Abbiamo 308 visitatori e nessun utente online

 


LIONS CLUB LICATA

Anno sociale 2014-2015  
Presidente: Marina Barbera

14 ° MEMORIAL ROSA BALISTRERI
sezione POESIA

 

LI PURTIDDUNA
Margherita Neri

 


LI PURTIDDUNA
Margherita Neri

Si chiudiru fìnestri e purtidduna 
'nta dda casa aggiaccata 'na vanedda, 
unni nascìu e criscìu comu ciuri 
abbiviratu di meli e di surrisi, 
quannu la luna annacava lu sonnu 
e i stiddi arriccamavanu lu celu 
ccu filu i sita d'oru arabbiscatu.

Quanti primaveri lassati pi strata
cugliennu ciuri
assicutannu sonnira,
suspirannu amuri
quanti stasciuni zuttiati 
'ntra canti d'aceddi, 
frutti sucusi 
e vuci i caruseddi.

Quanta ciaca sutt'e pedi scarpisata, 
tacci di soli struduti, 
quanti vadduna acchianati, 
speri di roggiu scurruti...

La strata c'haiu davanti è a sciddicuni, 
nun ridi comu tannu lu scaluni, 
dda casa e dda vanedda nun mi scordu 
e voti ccu la menti ci ritornu...

"Na lacrima 'nta l'occhi luccichia 
mentri canziu cca manu 'na fìlinia
e viu la luna 'ncelu
ca vasa
ccu lu so lustru i purtidduna. 

                                                                                                                                                                                          

LE IMPOSTE

Sono chiuse le imposte e le finestre 
di quella casa che dorme nel vicolo, 
dove sono nata e cresciuta come un fiore, 
innaffiato di miele e di sorrisi, 
quando la luna cullava il sonno 
e le stelle ricamavano il cielo 
con fili di seta d'oro arabescato.

Quante primavere lasciate per strada, 
raccogliendo fiori, 
inseguendo sogni, 
sospirando per amore, 
quante stagioni saltate 
tra canti di uccelli, 
frutti succosi 
e voci di bambini.

Quanta strada acciottolata calpestata, 
i chiodi grossi delle suole sciupati, 
quante salite,  quanto tempo segnato dalle lancette che scorrono sul quadrante dell'orologio... 
La strada davanti a me è in discesa, 
i gradini non sono facili e semplici come allora, 
quella casa e quel vicolo non li scordo, 
ogni tanto ci rivado con la mente...

Una lacrima luccica negli occhi, 
mentre allontano con la mano una ragnatela 
e vedo la luna in cielo 
che bacia con la sua luce le imposte.

                                                                                            

 

Caterina Russo vive ed opera a Licata; insegnante in pensione.
2° Premio Concorso "Mercede Mundula" Cagliari 2003; 3° Premio Concorso Regionale di poesia "La Voce" a pari merito 2004; 1° Premio sezione poesia Concorso "Memorial Rosa Balistreri" Licata 2004; 2 Premio concorso Fidapa “Dacia Maraini Enna, 2011. Ha pubblicato diverse poesie in alcuni libri di antologia. Stimata pittrice, ha partecipato a varie mostre e concorsi riscuotendo notevole successo di critica