LIONS CLUB LICATA

ANNO SOCIALE 2009- 2010
Presidente Prof.ssa FRANCA CARRUBBA

MEMORIAL ROSA BALISTRERI 9° EDIZIONE
sezione Poesie

MI SUONNU U MA PAISI
Vincenza Cicatello

 

 

 

MI SUONNU U MA PAISI

Nun vi vogliu annuiari 
ma vi vogliu parlari 
du nostru paisi, 
cc'è tantu d'ammirari. 
E' circundatu di mari 
e sciumi, di suli e ventu 
e, quannu tira dra 
sciluccata ni manna 
nfaccia na vintuliata!
Ma pinzammu 
che na stasciuni 
cc'è tanta armonia: 
si canta, s'abballa,
si sona, si mangia e ssi passia; 
ma i cori... nuddru li talia!
Ccè tanta giuvintù 
latina e beddra 
d'arrizzittari 
che li so matri nun sannu 
comu fari, ppi sustinirli 
e nun farli sbandari.
E chi 'ddiri di tanti vicciareddri 
suli e abbannunati, 
datici sustegnu 
che sunu a storia da Licata.

Nun dicu...
di turnari annarreri,
ma d'aviri cciu rispettu
ppi tutti i primaveri.
Vogliu sfatari...
na parola...
che Licata è beddra
comu na signura!
Amatila, curatila, ma nun fatila muriri!

 

                                                                              

SOGNO IL MIO PAESE

Non vi voglio annoiare
ma vi voglio parlare
del nostro paese (Licata),
c'è tanto da ammirare.
E' circondato dal mare
dal fiume, da sole e vento
e, quando tira
quello scirocco ci manda 
in faccia una bella ventilazione!
Ma pensiamo
che in questa stagione (estate)
c'è tanta armonia:
si canta, si balla,
si suona, si mangia

e si passeggia per i corsi;
ma i cuori… nessuno li guarda!
C'è tanta gioventù
diritta e ben da sistemare
perché le loro madri non sanno
come fare, per sostenerli 
e non farli sbandare.
E cosa dire di tanti vecchietti
soli e abbandonati,
date loro un sostegno
perché sono la storia di Licata.
Non dico… di tornare indietro,
ma d'avere più rispetto
per tutte le primavere.
Voglio sfatare… una parola…
Licata è bella
come una signora!
Amatela, curatela, non fatela morire!

 

GTranslate

Chi è online

Abbiamo 239 visitatori e nessun utente online